image

Parco di Gallipoli Cognato

ll Parco di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane si trova al centro della Basilicata e si estende nel territorio della Provincia di Matera comprendendo i comuni di Accettura, Calciano ed Oliveto Lucano in provincia di Matera, e in quello della Provincia di Potenza tra i comuni di Castelmezzano e Pietrapertosa.

Le aree del Parco sono particolarmente ricche di presidi con pregevoli valori naturalistici, storici ed etno-antropologici tra i quali: la foresta di Gallipoli Cognato estesa per oltre 4.200 ettari; il bosco di Montepiano formato da imponenti esemplari di cerro, macchia mediterranea con residui nuclei di leccio, rocce di arenaria, che formano gli spettacolari profili delle Dolomiti Lucane di Castelmezzano e Pietrapertosa, resti della fortificazione della città lucana edificata nel IV sec. a.C. sulla sommità del Monte Croccia.

Le Dolomiti Lucane

Spettacolari e maestose, le Dolomiti Lucane dominano il paesaggio del Parco con le caratteristiche guglie e sagome che nella tradizione popolare vengono associate a figure quali l’aquila reale, l’incudine, la grande madre, la civetta. Aggrappati alle vette di queste montagne sorgono i paesi di Castelmezzano e Pietrapertosa entrambi riconosciuti tra i Borghi più belli d’Italia.

Nel 2009 è stato realizzato l’attrattore turistico del Volo dell’Angelo con il quale si può volare nello spazio che attraversa e separa i due paesi ad oltre 100 km orari sospesi su un cavo di acciaio che collega le due stazioni situate in ciascun paese.

Conoscere il Parco di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane

Cospicua è la presenza dei corsi d’acqua sotto forma di torrenti e sorgenti, di carattere stagionale. Altro elemento naturale caratterizzante è la Foresta di Gallipoli Cognato, che si mostra come una ampia macchia verde, costituita da variegate specie arboree e arbustive. Simile è il bosco di Montepiano, formato da alberi secolari di cerro e da un sottobosco di agrifoglio. Nella foresta di Gallipoli Cognato vi sono cerri ad alto fusto, che in zone più elevate raggiungono dimensioni enormi.

Altre specie secondarie sono il carpino bianco, gli aceri e le carpinelle; presso i torrenti è presente il frassino, mentre il leccio si trova sulle rocce di Campomaggiore. Il bosco di Montepiano è prospero di cerri maestosi, fra aceri, carpini bianchi e agrifogli utilizzati durante la festa del Maggio. Similmente florida è la zona delle Dolomiti di Pietrapertosa e Castelmezzano, soprattutto di castagno, tiglio, olmo, ed acero, e nelle zone più alte la carpinella, il carpino, l’ornello e cespugli di leccio. La montagna di Caperrino è ricoperta da cerretta, ginestra, e, soprattutto, da praterie.

La stessa importanza ha la fauna, rappresentata dal cinghiale, il lupo, la volpe , il tasso, l’istrice e, raramente, il gatto selvatico. Fra le presenze rare segnaliamo il Tritone Italico e la Salamandrina dagli Occhiali.

Visitare il Parco

Nel Parco di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane vi sono Centri Visita idonei per accogliere, informare e mostrare le risorse più importanti del territorio: il Centro attrezzato Palazzo, il Centro Visita Pian di Gilio, il Centro Visita di Calciano, il Centro Visita di Oliveto Lucano e il Museo dei Culti Arborei ad Accettura.

Itinerari nel Parco

Il Parco ha una fitta rete di sentieri realizzati per soddisfare le esigenze sia dei più esperti escursionisti, sia dagli amanti delle semplici passeggiate per vivere un contatto diretto con la natura più incontaminata.

Il nucleo principale dei servizi del Parco di Gallipoli Cognato e delle Piccole Dolomiti Lucane è stato realizzato in località Palazzo, nel comune di Accettura, lungo la strada provinciale che collega lo svincolo di Campomaggiore sulla Basentana (S.S. 407) ad Accettura. Questo è anche il punto di partenza di molte visite ed escursioni oltre che delle attività didattiche e ricreative del parco.

>> Itinerari del Parco di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane